Tour enogastronomico “sulle tracce della maga Circe”

” Uscîr del porto; e pria rasero i liti ove Circe, del Sol la ricca figlia, gode felice, e mai sempre cantando soavemente al periglioso varco de le sue selve i peregrini invita: e de la reggia, ove tessendo stassi le ricche tele, con l’arguto suono che fan le spole e i pettini e i telari, e co’ fuochi de’ cedri e de’ ginepri porge lunge la notte indicio e lume. “

L’itinerario ci condurrà lungo i luoghi descritti da Virgilio nell’Eneide ( nel libro VII ) e nell’Odissea di Omero e immersi dal gusto e i sapori della tradizione culinaria e vinicola della nostra terra: Gaeta, Sperlonga, Terracina ed infine San Felice Circeo. La Riviera di Ulisse, appunto, conserva ancora oggi un fascino unico e ricco di mistero, in una terra che per secoli è stata al centro di importanti vicende storiche. 

Tour di 5 giorni e 4 notti

Itinerario confermabile tutto l’anno (escluso nei mesi di luglio ed agosto)

 

 

ITINERARIO DEL TOUR:

 

1.TERRACINA 

Partenza dalla città di provenienza. Arrivo a Terracina e sistemazione in hotel ed incontro con l’accompagnatore. Cena e pernottamento.

 

2. GAETA – SPERLONGA 

Prima colazione. Il tour inizia nel luogo in cui Enea, insieme ai suoi uomini, celebrarono le esequie della nutrice Caieta, da cui deriva il nome dell’attuale città: Gaeta. Visiteremo il Castello eretto nel VI sec

Gaeta e il suo Castello

. situato nel centro storico. La struttura che oggi ammiriamo, grande circa 14.100 m², è detta castello angioino-aragonese perché è composta da due edifici comunicanti realizzati in due momenti storici diversi: quello “angioino” durante la denominazione francese e quello “aragonese” durante il periodo di Carlo V.. Al termine della visita, passeggeremo per le vie di Gaeta “vecchia” e degusteremo i prodotti di questa magnifica terra: “la tiella”, le “olive” e il suo pescato del golfo. Nel pomeriggio ci dirigeremo verso Sperlonga ( nell’antichità Spelunca )per visitare uno dei borghi più belli d’Italia. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

 

3.TERRACINA

Tempio di Giove Anxur

Prima colazione. Nell’Odissea si narra che Ulisse seppelì l’amico Elpénore nell’antica terra di Anxur e che oggi prende il nome di Terracina. Inizieremo la nostra visita nella parte antica della città  che contiene il Foro Emiliano, il Duomo di San Cesareo, suo patrono, i resti del Teatro Romano, il basolato dell’antica Via Appia e per concludere il Capitolium. Proseguiremo la visita verso il Tempio di Giove Anxur, dove si possono ammirare i resti di un tempio romano risalente al I a.C., in un suggestivo panorama sulla baia sottostante e con le isole Pontine sullo sfondo. Il giro terminerà in una delle più importanti Cantine Vinicole del luogo, per scoprire insieme il gusto, i sapori ed i profumi del vino accompagnato da prodotti locali, per una degustazione all’insegna del buon bere! Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

4.SAN FELICE CIRCEO

Prima colazione. Omero, nell’ Odissea,  racconta che Ulisse sbarca nell’ attuale promontorio del Circeo e qui resta per un anno, ammaliato dai modi e dai poteri della

il promontorio del Circeo

maga Circe. Questo connubio viene ribadito dall’ esistenza stessa del Sacro recinto della Maga Circe, un’interessante zona archeologica edificata sulla cima del Picco di Circe e della quale restano i muri perimetrali.  E proprio da qui che partiremo alla volta della cresta del Circeo per un trekking* molto leggero, lungo un sentiero di grande fascino e molto panoramico. Al termine della visita, il nostro tour continua verso un’altra tappa del nostro “Latium adiectum”: il Satricum. Ci fermeremo in una prestigiosa Cantina Vinicola a Cori, per effettuare una visita guidata e degustare i vini abbinati ad una serie di prodotti tipici del territorio, come pane casareccio, prosciutto di Bassiano, pecorino romano e caciotta di pecora. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

 

5. Prima colazione. Fine itinerario.

 

Secondo il racconto di Omero, dopo la guerra di Troia, Ulisse transitò per le coste del Lazio. Fermò le sue navi nel Golfo di Gaeta, seppellì l’amico Elpenore a Terracina e visse per diversi anni con la maga Circe al Circeo. Oggi, infatti, ritroviamo testimonianze dell’eroe lungo la Riviera di Ulisse, come i gruppi marmorei all’interno del Museo di Sperlonga, o le tree aree protette, che comprendono Gaeta, Formia & Minturno e Sperlonga.

 

 

La quota comprende:

  1. sistemazione in hotel 3*;
  2. mezza pensione;
  3. degustazioni e visite presso le Cantine Vinicole di Terracina e Cori;
  4. accompagnatore della New world Travel;
  5. guida e ingressi nei vari siti archeologici.

 

La quota non comprende:

  1. mance;
  2. bevande in hotel e nella degustazione a Gaeta;
  3. assicurazione annullamento ( 4% della quota a persona );
  4. tutto quello non dichiarato nella ” quota comprende”.